A padre Giambruno

Brescia Today:

Montichiari: sabato l’ultimo saluto a Giambruno Chitò
Il sacerdote buono, così i fedeli di tante comunità chiamavano Giambruno Chitò. Se n’è andato martedì mattina, dopo aver lottato a lungo contro una grave malattia, lasciando nel dolore la frazione di Borgosotto di Montichiari, dov’è stato curato e superiore dell’istituto Maria Immacolata. 

Un dolore che supera i confini del Bresciano e arriva fino alla provincia di Frosinone, dove padre Chitò aveva guidato la parrocchia di Santa Maria Maddalena a Ferentino e la chiesa Madonna di Fatima. 

Nato il 20 marzo del 1950 a Coccaglio, si era trasferito a Borgosotto di Montichiari per frequentare i Cric (Canonici dell’Immacolata Concezione). Dopo l’ordinazione sacerdotale, nel 1983, era stato nominato curato della parrocchia della frazione.

Lo amavano e stimavano tutti: per la sua bontà, la sua umiltà e il suo carattere mite. Di origini contadine, dal 2009 padre Bruno era superiore dell’istituto Maria Immacolata. La salma riposa propria nella cappella della struttura religiosa di via XXV aprile dove, alle 20 di venerdì sera, si terrà la veglia funebre. In tanti sono attesi per l’ultimo saluto, che sarà celebrato sabato mattina (alle 9.45) nel Duomo di Montichiari. 

Un semplice, ciao Gian, come quello di tutti i giorni. Perchè così si salutano gli amici. Bastava questo tra noi, non servivano altre parole. Sei entrato nella mia vita in punta di piedi, ” sono venuto per imparare” mi dicevi, e invece mi hai insegnato a vivere. La tua dolcezza, la tua pacatezza, la tua umiltà, la tua voce leggera, il tuo passo lento di chi non ha fretta di arrivare, la tua cultura, la tua intelligenza, la tua voglia di essere Sacerdote, la tua Fede mi hanno fatto scuola. Devo molto a te di come oggi sono, ho ancora molto da imparare e ti giuro che continuerò a farlo. Impariamo da lui cosa vuol dire essere Cristiani, noi che ci mangiamo il fegato tutti i giorni per delle sciocchezze, noi che ci sputiamo addosso sentenze senza un senso, noi che scegliamo sempre Barabba perché ci fa più comodo. Impariamo da Giam, impariamo da chi venuto per imparare se ne va oggi da insegnate, da amico. I Cric sono la mia seconda famiglia, sono la giuda, la morale la coscienza. 
CIAO GIAN alla prossima ti devo la rivincita dei 3 set a zero.
Rico.

Davide: Manterrò sempre di te un bellissimo ricordo. Ciao Padre Giambruno. Riposa in pace

Appresa con dolore la notizia della morte di Padre Giambruno porgo sentite condoglianze alla sua famiglia e alla comunità dei Padri CRIC .
Il Signore ti ha invitato alla mensa della vita eterna.
Ti penso in questo momento con tutti i santi, a relazionare su quanto ben compiuto sulla terra.
Avresti voluto fare altro, ma i programmi terreni si possono modificare, interpretare, e la tua malattia non ti ha lasciato tregua.
La tua partenza viene accolta con fede, cercando di intuire il perchè di questa dipartita improvvisa, umanamente senza spiegazioni. 
Ci siamo conosciuti in circostanze per me difficili. Tu, in quell’occasione, hai saputo con molta pacatezza e umiltà guidarmi anche spiritualmente, facendomi cogliere le positività della vita.
Hai sempre messo davanti a tutto il dolore e le preoccupazioni degli altri, mai le tue.
Tu eri così: attento, umile, silente ma molto generoso.
Sii sempre vicino a noi anche dall’alto dei cieli.
Grazie per l’amicizia, la serenità e l’equilibrio con cui hai accompagnato la nostra vita.
Mi piace pensarti gioioso anche per le “parole vuote” che cercheremo di dirti in questi giorni per farci una ragione della tua partenza. Ciao Padre Giambruno. Continua a vegliare e a proteggerci! Roberta

Eleonora: Un vero sacerdote, ma prima di tutto una persona semplice e speciale. Sempre in mezzo alla gente pronto ad ascoltare e capire chi avesse bisogno di aiuto.Dio ti renda merito della tua infinita bontà. R.i.p.

Paola: Semplice, umile, riservato ma aperto e disponibile a iniziative per il bene dei bambini, dei giovani e non……Onorata di averti conosciuto padre Gianbruno…Riposa in pace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close